DIA

La Denuncia di Inizio Attività a Roma (D.I.A.) è una pratica amministrativa che rappresenta uno degli strumenti urbanistici più rilevanti.
Nasce, sotto diverso nome, con la legge n.47/85 che, all’art.26 opere interne obbligava chiunque intendesse compiere opere interne a fabbricati che non fossero in difformità degli strumenti urbanistici vigenti una “relazione a firma di un professionista abilitato (es. un Ingegnere,un Architetto o un Geometra iscritto al relativo albo professionale) che asseveri le opere da compiersi .
la D.I.A. è uno strumento che la Pubblica Amministrazione (in larga parte, gli uffici Tecnici dei Comuni) spesso utilizza come supporto alla vigilanza sull’attività edilizia. Con la D.I.A.  si può anche costruire nuovi edifici, qualora sia presente un Piano Particolareggiato che prevede tale strumento.
La D.I.A. è regolamentata dal Testo Unico dell’Edilizia, D.P.R. 380/2001 art. 22 e 23 che ne descrive il potere e i limiti.
Il testo unico dell’edilizia (art.22 D.P.R. 380/2001) specifica che con la D.I.A. si possono fare le opere non riconducibili ad attività edilizia libera (art. 6 D.P.R. 380/2001), o al Permesso di costruire (art. 10 D.P.R. 380/2001). È pertanto richiesta la D.I.A. per opere di, restauro conservativo, ristrutturazione edilizia (così come definiti dall’art.3 del D.P.R. 380/2001). Nessuna autorizzazione è prevista per gli interventi di manutenzione ordinaria, per i quali è prevista una semplice comunicazione da parte del proprietario dell’unità abitativa al Comune. Gli interventi di manutenzione straordinaria sono invece soggetti a C.I.L.A.(Comunicazione Inizio Lavori Asseverata).

Scarica qui il quadro sinottico del Comune di Roma per capire la tipologia e la categoria dell’intervento  che devi realizzare e le procedure tecnico amministrative necessarie.

Scarica qui il modello D.I.A. del Comune di Roma

 


Contattaci  per un preventivo